Associazione Istruzione Unita Scuola-Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Info+393466872531



venerdì 29 settembre 2017

Inserimento e aggiornamento III fascia ATA: modelli di domanda (D1, D2 e D4)

Pubblicati i modelli di domanda per l’aggiornamento della terza fascia del personale ATA.
modelli di domanda divulgati dalla FLCGIL (D1D2 e D4) per le graduatorie di terza fascia ATA 2017-2020.
Le domande potranno essere presentate in modalità cartacea dal 30 settembre al 30 ottobre 2017.
Questi i modelli da presentare:
  • modello D 1 per le domande di inserimento
  • modello D 2 per le domande di conferma e aggiornamento.
  • modello D4 depennamento dalle graduatorie di I fascia per iscriversi in terza
La domanda va  inviata ad una scuola (la capofila) della provincia scelta, tramite raccomandata A/R o presentata a mano o mediante l’utilizzo della posta elettronica certificata.
Vedi anche

domenica 3 settembre 2017

Graduatorie III fascia ATA, ecco decreto e modelli. Domande dal 30 settembre al 30 ottobre

Il Miur, con la nota n. 37883 del 01/09/2017, ha trasmesso il decreto n. 640 del 30 agosto 2017, con cui è indetta la procedura di aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto ATA III fascia  per il triennio scolastico 2017-20.
Presentazione domande inserimento/aggiornamento
Le domande di aggiornamento/inserimento potranno essere presentate dal 30 settembre al 30 ottobre 2017, utilizzando i modelli cartacei che il Miur pubblicherà successivamente.
La presentazione delle domande avverrà, dunque, in modalità cartacea.
Questi i modelli da presentare:
  • modello D 1 per le domande di inserimento;
  • modello D 2 per le domande di conferma e aggiornamento.
Il modello D 1 va presentato da chi si iscrive in graduatoria per la prima volta.
Il modello D 2 va presentato dagli aspiranti già inclusi nelle graduatorie di circolo/istituto di terza fascia del precedente triennio, sia in caso di conferma (quindi se non si devono aggiornare titoli culturali e di servizio) sia in caso di aggiornamento (se sono stati conseguiti nuovi titoli culturali e/o di servizio).
La domanda va  inviata ad una scuola (la capofila) della provincia scelta, tramite raccomandata A/R o presentata a mano o mediante l’utilizzo della posta elettronica certificata.
Depennamento dalle graduatorie permanenti o ad esaurimento della provincia di attuale iscrizione
La procedura prevede, come nel triennio e bienni precedenti, la possibilità di chiedere il depennamento dalle graduatorie permanenti o ad esaurimento della provincia di attuale iscrizione. Cio per iscriversi nelle graduatorie di istituto di diversa provincia.
Il depennamento avrà efficacia dalla data di pubblicazione delle graduatorie definitive (di terza fascia).
Modalità e termini di presentazione della domanda di depennamento e di inserimento nelle nuova provincia sono i medesimi i medesimi di quelli sopra riportati.
Scelta della sedi
La scelta delle sedi avverrà telematicamente, tramite il portale Istanze Online, secondo la tempistica che sarà comunicata successivamente.
Per la registrazione su Istanze Online clicca qui.
nota
decreto




PER SAPERNE DI PIU',CLICCA QUI



giovedì 17 agosto 2017

MILANO.Graduatoria Provinciale definitiva personale ATA 2017/2018

Sono approvate, in via definitiva, le graduatorie provinciali permanenti del concorso per soli titoli di cui all’art.554 del D.L.vo 297/94 relative ai profili A e B del personale ATA. Le graduatorie definitive saranno pubblicate in data 20.07.2017 , all’Albo e sul sito Internet di questo Ufficio. Avverso le graduatorie, trattandosi di atto definitivo, è ammesso ricorso al Giudice Ordinario in funzione di Giudice del Lavoro.

lunedì 17 luglio 2017

REQUISITI E TITOLI PER L'ACCESSO AI PROFILI ATA

La domanda prevede la scelta da parte del candidato di 30 istituzioni scolastiche appartenenti ad una medesima ed unica Provincia.
L'apertura delle iscrizioni alle graduatorie viene indetta con apposito decreto ministeriale ogni tre anni.
A.A  ASSISTENTE AMMINISTRATIVO
qualsiasi diploma di maturita' che consente l'accesso agli studi universitari.
A.T ASSISTENTE TECNICO
qualsiasi diploma di maturita' che consente l'accesso agli studi universitari corrispondente alla specifica area professionale (vedere Allegato C)
C:O: CUOCO
Diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina

I.F. INFERMIERA


Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l'esercizio della professione di infermiere
G.A.  GUARDAROBIERE
Diploma di qualifica professionale di Operatore della moda
G.R.  ADDETTO AZIENDE AGRARIE
Diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico / operatore agro industriale / operatore agro ambientale  
C.S.  COLLABORATORE SCOLASTICO
diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d'arte, diploma di scuola magistrale per l'infanzia, qualsiasi diploma di maturita', attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.
N.B.: I titoli di accesso sono i diplomi (laurea per IF) come scritto nel bando a pag. 5 punto 7 http://www.ata.madesi.it/files/Bando.dm.717.2014.pdf ed in riferimento a loro e’ possibile calcolare il punteggio e avere o meno la possibilita’ di entrare nei vari profili ATA e/o nei laboratori AT.
Il Diploma di grado preparatorio scuola magistrale (corso triennale di scuola secondaria di II grado) permette l'accesso SOLO al profilo CS
Il diploma di maestro d'arte (corso triennale di scuola secondaria di II grado) permette l'accesso SOLO al profilo CS
Titolo di studioCodice
Maturita' classicanon da' l'accesso ad AT
Maturita' magistralenon da' l'accesso ad AT
Ragioniere e perito commercialenon da' l'accesso ad AT
Diploma di "analista contabile"non da' l'accesso ad AT
Liceo linguisticonon da' l'accesso ad AT
Liceo socio-psico-pedagogiconon da' l'accesso ad AT
Maturita' scientificaPS00
Ragioniere programmatoreTD05
Perito InformaticoTF21
GeometraTD03
Maturita' ArtisticaSL0X
Perito in elettronica e telecomunicazioniRR87
Maturita' Economo dietistaTE02
Tecnico Grafica PubblicitariaRR69
Perito industriale con specializzazione in elettrotecnicaRR86
Tecnico chimico biologicoRRC8
Tecnico della gestione aziendaleRR45
Tecnico della Gestione Aziendale InformaticaRR45
Tecnico dei servizi turisticiRR2E
Perito industriale specializzazione MeccanicaTF24
Tecnico dell'abbigliamento e della modaRR68
Tecnico delle industrie meccanicheTF24
Tecnico dei sistemi energetici (IPSIA - piano studi termo-idraulica)RR9G
Perito Industriale Capotecnico Elettrotecnico e AutomazioneRR86
Tecnico dei servizi sociali ind. generaleRRRB
Tecnico delle industrie elettriche / elettronicheRRC1
Perito Tecnico Elettronico e delle telecomunicazioniRR87
Perito industriale capotecnico indirizzo: chimicaTF04
Perito industriale capotecnico indirizzo: industria tessileRR65
Perito/tecnico AgrarioTA03
Perito/tecnico AgrotecnicoRR25
Diploma di maturita' OdontotecnicoRRA8
Maturita' d'arte applicata per "Operatore nel restauro ligneo e pittorico"SDX1
Maturita' d'arte applicata per "Arti grafiche"SD28
Maturita' d'arte applicata per "Disegnatori di architettura e arredamento"SD35
Maturita' d'arte applicata per "Arte e restauro del tessuto e del ricamo "SD19
Maturita' d'arte applicata per "Arte dei metalli e dell'oreficeria"SD08
Perito industriale capotecnico: specializzazione Arti GraficheRRC2
Perito industriale specializzazione elettronica industrialeRR86
Perito industriale specializzazione informatica "Abacus"TF21
Diploma alberghiero indirizzo servizi di ristorazioneRR29

 

Descrizione delle varie aree di laboratorio nelle quali i codici presenti nell'allegato C permettono l'accesso mediante abbinamento
AreaDescrizione
AR01Meccanica (in alcuni casi lab. specifici I32 / H07 / I60)
AR02Elettronica, elettrotecnica, informatica
AR03Costruzioni navali e tecnologie metalmeccaniche
AR04Imbarcazioni scuola e officine
AR05Impianti elettrici e conduzione caldaie a vapore
AR06Imbarcazioni scuola: conduzione caldaie a vapore
AR07Aereonautica
AR08Gabinetto scientifico di fisica e chimica
AR09Fisica
AR10Edile
AR11Metallurgico-mineraria
AR12Architettura ed arredamento
AR13Grafica ed incisione
AR14Montaggio cinematografico
AR15Grafica pubblicitaria e fotografia
AR16Registrazione del suono
AR17Ripresa cinematografica e televisiva
AR18Economia domestica e servizi ausiliari alberghieri
AR19Assistenza all'infanzia e assistenza sociale
AR20Alberghiera
AR21Alberghiera amministrativa contabile
AR22Moda e costume
AR23Chimica
AR24Carta
AR25Arte bianca
AR26Odontotecnica
AR27Ottica
AR28Azienda agraria
AR29Ceramica
AR30Tessuto
AR31Metalli
AR32Pittura
AR33Metalli e oreficeria
AR34Merletto e ricamo
AR35Vetro
AR36Plastica
AR37Arte della stampa
AR38Agroindustriale
Alcune aree non sono più presenti nell'organico degli istituti superiori in quanto NON esistono più i laboratori corrispondenti perchè obsoleti e/o non più richiesti dalla didattica attuale

Nel caso di un candidato AT che dichiara di essere in possesso della Maturita' di Ragioniere Programmatore (52/60 codice TD05) e della Maturita' Geometra (44/60 codice TD03), lo stesso puo' far valere entrambi i titoli di studio per entrare in aree diverse
.............................Quale titolo si valuta?
Quando si accede con titoli diversi, a profili AT differenti, essendo unico il punteggio, si assegna quello derivante dal titolo di maggior favore, ovviamente vengono inseriti tutti i codici dei diplomi aventi titolo ad entrare nei laboratori AT (nell'esempio riportato TD05 e TD03

NOTA MIUR 10.07.2017, PROT. N. 29817

Disposizioni concernenti la definizione dei criteri e dei parametri per la determinazione degli organici del personale amministrativo tecnico ed ausiliario (A.T.A.). Schema di decreto interministeriale dotazioni organiche a.s. 2017-18.


SOURCE
https://dinodona.blogspot.it/2017/07/organici-ata-201718-ripartizione.html

sabato 22 aprile 2017

Il Comune di milano stanzia oltre 18 milioni di euro per il diritto allo studio

Funzioni miste del personale Ata Il Comune di Milano ha infine stanziato 590 mila euro da destinare al personale ausiliario tecnico amministrativo (ATA), quando chiamato a svolgere compiti attinenti a servizi vari quali, ad esempio, l’apertura e la chiusura dei locali scolastici e le relative pulizie in orari extra scolastici, e la collaborazione e il supporto per le iscrizioni ai servizi di refezione, prescuola, giochi serali e trasporto.



L’Amministrazione comunale ha approvato quest’oggi lo stanziamento per finanziare nell’anno scolastico 2017/18 interventi utili a promuovere la frequenza scolastica di ogni studente e la piena realizzazione di un adeguato percorso di educazione e formazione.

Milano, 21 aprile 2017 – Per garantire il diritto allo studio di tutte le bambine e i bambini della città, in particolare di quelli che si trovano in situazioni di disagio per condizioni di disabilità o sfavorevoli fattori sociali e culturali, l’Amministrazione comunale ha approvato quest’oggi lo stanziamento di 18 milioni e 565 mila euro per finanziare nell’anno scolastico 2017/18 interventi utili a promuovere la frequenza scolastica di ogni studente e la piena realizzazione di un adeguato percorso di educazione e formazione.
  • Assistenza scolastica agli alunni con disabilità 
Per assicurare l’assistenza educativa agli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado con certificato stato di disabilità, nonché per la fornitura di materiale didattico e attrezzature specifiche per le loro necessità, sono stati stanziati 8 milioni e 500 mila euro (con un incremento di circa 260 mila euro rispetto a quanto stanziato per l’anno scolastico 2016/17). Tali risorse vengono erogate alle singole istituzioni scolastiche, che individuano gli enti erogatori del servizio tra i soggetti accreditati con il Comune, privilegiando gli enti territorialmente più vicini alla scuola e nel rispetto del principio di continuità educativa.
È prevista anche la possibilità di estendere il servizio di assistenza educativa agli studenti frequentanti le scuole superiori di Milano, anticipando i fondi degli enti a cui spetta la competenza dell’intervento, come già fatto in passato.
  • Cedole librarie per acquisto testi della scuola primaria 
Per l’erogazione gratuita dei libri di testo agli alunni delle scuole primarie, secondo quanto previsto dalla normativa nazionale, il Comune di Milano ha previsto risorse per 2 milioni e 100 mila euro. Le scuole, attraverso l’utilizzo della piattaforma informatica Ana.Sco, provvedono in autonomia alla stampa delle cedole librarie – con valore corrispondente al prezzo dell’intera dotazione di libri, determinato con decreto del Ministero della Pubblica Istruzione – e alla successiva consegna alle famiglie beneficiarie.
  • Servizio di trasporto scolastico 
Per il servizio di trasporto scolastico – regolato dal vigente contratto di servizio con ATM e destinato agli studenti con disabilità, a quelli residenti in zone disagiate, ad oltre due chilometri di distanza dal plesso scolastico, o frequentanti temporaneamente scuole o strutture sportive diverse da quelle di pertinenza per lavori di manutenzione in corso – l’Amministrazione ha stanziato 6 milioni e 100 mila euro, a carico dell’Area Mobilità, Ambiente ed Energia.
In aggiunta a queste risorse, l’Area Servizi Scolastici ed Educativi ha disposto fondi ulteriori per 400 mila euro, destinati specificatamente al trasporto degli alunni con disabilità.
  • Interventi di piccole riparazioni e minuta manutenzione 
Per consentire alle oltre 70 istituzioni scolastiche statali presenti in immobili di proprietà del Comune di Milano l’adempimento dei loro compiti in ambienti funzionali e sicuri, l’Amministrazione ha deciso un contributo economico complessivo di 300 mila euro, che consenta loro di far fronte alle spese per le piccole riparazioni – come interventi di elettricisti, idraulici o fabbri di limitata entità e con carattere d’urgenza – e alle varie spese di ufficio. Un’azione tempestiva su un guasto contenuto, liquidato direttamente attraverso la cassa scolastica, è importante anche ai fini della prevenzione e della conservazione degli immobili.
  • Diritto allo studio per inclusione sociale 
Fino all’anno scolastico 2012/13 veniva attuato un servizio di trasporto scolastico dai campi situati in zone periferiche particolarmente disagiate che, tuttavia, non incrementava in modo significativo la frequenza scolastica degli alunni, a fronte di una spesa considerevole a carico dell’Amministrazione. Per l’anno scolastico 2017/18, il Comune di Milano ha quindi deciso di investire 100 mila euro in contributi alle scuole che accolgono un numero elevato di bambini provenienti dai campi e ne promuovono la frequenza scolastica e l’inclusione sociale.
  • Interventi contro la dispersione scolastica
L’Amministrazione ha deciso di sostenere con un contributo di 75 mila euro l’iniziativa “Scuola della seconda opportunità”, realizzata da una rete di istituzioni scolastiche – IC Arcadia, IC Ilaria Alpi, IC Thouar Gonzaga, IC Tolstoj e IC Sant’Ambrogio – per contrastare il rischio della dispersione scolastica che colpisce giovani alunni a rischio marginalità.
  • Funzioni miste del personale Ata 
Il Comune di Milano ha infine stanziato 590 mila euro da destinare al personale ausiliario tecnico amministrativo (ATA), quando chiamato a svolgere compiti attinenti a servizi vari quali, ad esempio, l’apertura e la chiusura dei locali scolastici e le relative pulizie in orari extra scolastici, e la collaborazione e il supporto per le iscrizioni ai servizi di refezione, prescuola, giochi serali e trasporto.