Associazione Istruzione Unita Scuola-Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Info+390239810868-3466872531



venerdì 25 settembre 2009

IUniScuola : Gelmini firma accordo con Regione Puglia


Per migliorare i livelli di apprendimento della popolazione scolastica pugliese
Aiuti in arrivo per i precari della scuola

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini ha firmato un accordo con il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola(foto), per la promozione della qualità del sistema educativo regionale.

In particolare, sono previsti azioni di recupero e di rafforzamento delle conoscenze, attraverso l’allungamento del tempo scuola, il potenziamento dell’offerta formativa e un approccio didattico di tipo personalizzato.

Per realizzare tutte le attività previste saranno assegnati alle scuole coinvolte nei progetti gli insegnanti che, dopo aver ricevuto un incarico di supplenza annuale nell’anno scolastico 2008/2009, non avranno la possibilità di stipulare lo stesso contratto per il prossimo anno.

A questi docenti saranno inoltre assegnate tutte le supplenze che si renderanno disponibili nelle scuole dove presteranno servizio e sarà riconosciuta loro la valutazione dell’intero anno di servizio ai fini dell’attribuzione del punteggio nelle graduatorie ad esaurimento.

L’accordo prevede che il monitoraggio e la valutazione qualitativa degli interventi sia affidata all’INVALSI che provvederà alla valutazione iniziale, in itinere e finale dei progetti attivati dalle scuole, attraverso l’osservazione diretta di esperti, alla somministrazione di test oggettivi e all’analisi dei risultati.

“Voglio ringraziare la Regione Puglia per l’impegno dimostrato per il raggiungimento di questo accordo – ha dichiarato il ministro Mariastella Gelmini – Si tratta di uno strumento importante grazie al quale si sostengono i docenti pugliesi ai quali non è stato riconfermato l’incarico di supplenza annuale per quest’anno scolastico. Allo stesso tempo – ha aggiunto il ministro – l’accordo prevede l’attivazione di una serie di progetti per potenziare l’offerta formativa, potenziamento che sarà possibile anche grazie all’assegnazione nelle scuole coinvolte degli insegnanti precari. Molto importante è anche il coinvolgimento dell’INVALSI nella valutazione dei progetti che saranno attivati, a tutela della serietà e dell’efficacia delle iniziative che saranno programmate, confermando il principio della terzietà nei processi di valutazione”.

L'accordo nel dettaglio :
1. Il bando sarà emanato nella prossima settimana ed è destinato alle scuole primarie e secondarie di secondo grado.
2. I progetti finanziati dovranno iniziare il 15 Novembre 2009 e terminare il 31 Maggio 2010 (6,5 mesi con un impegno didattico di almeno 350 ore con consegurnte riconoscimento del servizio).
3. Retribuzione pari circa 14.000 euro.
4. Monitoraggio continuo a cura di un gruppo di audit coordinato dall'invalsi.
5. Disponibilità delle scuole partecipanti a farsi valutare.
6. Incentivo alla candidatura per le scuole con circa 4000 euro da utilizzare in autonomia secondo indicazioni che saranno riportate nel bando, riconoscimento di un contributo per la progettazione da parte delle scuole.
7. Utilizzo di circa 350 collaboratori scolastici.
8. Finanziamento di 250 progetti con criteri di proporzione territoriale e di incentivo per le scuole con tasso di disagio e devianza elevati.
9. Classi di concorso interessate per la secondaria di secondo grado: A043 e A059.
10. Ancora in forse la possibilità di reclutare personale amministrativo (una unità per una piccola rete di scuole)

Roma, 17 settembre 2009

lunedì 14 settembre 2009

DECRETO SALVA PRECARI

Ecco La bozza del decreto:

ART. 16 (Modifiche all’articolo 4 della legge 3 maggio 1999, n. 124 –Adeguamento alla sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità europee del 13 settembre 2007 (causa C. 307/05) 1. All’art. 4 della legge 3 maggio 1999, n. 124, dopo il comma 14 è aggiunto il seguente: “15. I contratti a tempo determinato stipulati per il conferimento delle supplenze previste dai commi 1, 2 e 3, in quanto necessari per garantire la costante erogazione del servizio scolastico ed educativo, non possono in alcun caso trasformarsi in rapporti di lavoro a tempo indeterminato e consentire la maturazione di anzianità utile ai fini retributivi prima della immissione in ruolo.” 2. Limitatamente all’anno scolastico 2009-2010 ed in deroga alle disposizioni contenute nella legge 3 maggio 1999, n. 124 e nei regolamenti attuativi relativi al conferimento delle supplenze al personale docente e al personale amministrativo, tecnico ed ausiliario, le Amministrazioni scolastiche assegnano le supplenze per assenza temporanea dei titolari, con precedenza assoluta ed a prescindere dall’inserimento nelle graduatorie di istituto, al personale inserito nelle graduatorie ad esaurimento previste dall’articolo 1, comma 605, lettera c), della legge 27 dicembre 2006, n. 296 ed al personale inserito nelle graduatorie permanenti di cui all’art. 554 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, già destinatario di contratto a tempo determinato, annuale o fino al termine delle attività didattiche, nell’anno scolastico 2008-2009, che non abbia potuto stipulare per l’anno scolastico 2009-2010 la stessa tipologia di contratto per carenza di posti disponibili, non sia destinatario di un contratto a tempo indeterminato e non risulti collocato a riposo. 3. Le Amministrazioni scolastiche possono promuovere, in collaborazione con le Regioni, progetti della durata di tre mesi, prorogabili a otto, che prevedano attività di carattere straordinario, anche ai fini dell’adempimento dell’obbligo dell’istruzione, da realizzarsi prioritariamente mediante l’utilizzo dei lavoratori precari della scuola di cui al comma 2 percettori dell’indennità di disoccupazione. 4. Al personale di cui al comma precedente è riconosciuta la valutazione dell’intero anno di servizio ai soli fini dell’attribuzione del punteggio nelle graduatorie ad esaurimento previste dall’articolo 1, comma 605, lettera c) della legge 27 dicembre 2006, n. 296 e nelle graduatorie permanenti di cui all’art. 554 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.

mercoledì 2 settembre 2009

Scuola/Milano:Al via la stipula dei contratti di lavoro per i precari ATA

Individuazione beneficiari stipula contratto a tempo determinato graduatoria Permanente concorso a titoli A.T.A ( I^ fascia ) Graduatoria /elenchi provinciali 75/01( II^ FASCIA ).
Si dà avviso che presso l'U.S.P. i Dirigenti Scolastici delle scuole polo,preposti alle nomine,procederanno alla individuazione dei beneficiari di contratto
a tempo determinato per l'anno scolastico 2009/10,relativamente al personale A.T.A. indicato in oggetto,secondo il seguente calendario:

Ecco il CALENDARIO CONVOCAZIONI per contratti a Tempo Determinato anno scolastico 2009/2010