Associazione Istruzione Unita Scuola-Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Info+390239810868-3466872531



lunedì 22 febbraio 2010

Concorso 24 mesi ATA: IUniScuola, indicazioni per la predisposizione dei bandi 2009/2010

«Consulenza gratuita on-line»
Ecco la nota del 19 febbraio 2010-Prot.N.2053 D.G. per il personale della scuola Uff.III
del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’istruzione
Direzione generale per il personale scolastico

Oggetto: Indizione, per l’anno scolastico 2009/2010 dei concorsi per titoli per l’accesso ai ruoli provinciali, relativi ai profili professionali dell’area A e B del personale ATA.

I Direttori Generali di ciascun Ufficio Scolastico Regionale con esclusione della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano, nel minor tempo possibile, dovranno indire i concorsi per soli titoli per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B, ai sensi dell’art. 554 del D.Lvo 297/94 ed in base alla O.M. 23.02.2009, n. 21 .
Nella predisposizione dei relativi bandi si dovrà tenere conto dei cambiamenti di fatto intervenuti, apportando le integrazioni e modifiche sottoindicate:
1 – Tutti i riferimenti all’anno scolastico 2008/2009 devono essere modificati con riferimento all’anno scolastico 2009/2010 .
2 – Nelle premesse:
a) la dizione “ VISTA l’O.M. 30.12.2004, n. 91, registrata alla Corte dei Conti in data 09.02.2005 –reg. 1 – foglio 61, concernente i concorsi di cui all’art. 554 del citato D.Lgs. 16.4.1997, n. 297 per gli anni scolastici 2004/2005 , 2005/2006 ; 2006/2007 ; 2007/2008 ; “ è sostituita dalla dizione “ VISTA l’O.M. . 23 febbraio 2009 n. 21 , registrata alla Corte dei Conti in data 2 aprile 2009, reg. 1 , foglio 234, concernente i concorsi di cui all’art. 554 del citato D.Lgs. 16.4.1997, n. 297 per l’ anno scolastico 2008/2009.
b) la dizione “Considerato che, per il profilo di collaboratore scolastico, non può più applicarsi la particolare procedura di reclutamento ai sensi dell’art.1, comma 1 lett.b del DPR 30.10.1996, n. 693;” è sostituita dalla dizione “ VISTO il D.M. n. 82 del 29 settembre 2009, emanato in applicazione dell’articolo 1,commi 2, 3 e 4 del decreto legge 25 settembre 2009, n.134, con il quale sono state dettate disposizione per la costituzione di elenchi prioritari finalizzati al riconoscimento della precedenza assoluta nell’assegnazione delle supplenze in sostituzione del personale temporaneamente assente;”
c) la dizione “Considerato ,altresì, la necessità di riformulare le tabelle di valutazione dei titoli annesse all’ O.M. 30.12.2004, n. 91 in quanto non può più applicarsi il criterio della valutazione del migliore titolo di studio tra quelli previsti per l’accesso in virtù dell’unicità del titolo di studio oggi richiesto;” è sostituita dalla dizione “VISTO Il D.M. 17.12.2009 n. 100 di integrazione del citato D.M. 82/09”
3 - Si nformano le SS.LL. che, anche per il personale ATA, è stato predisposto un modulo di domanda ( Allegato H ) che gli interessati dovranno produrre, opportunamente documentato ed entro i termini previsti per la domanda, per usufruire dei benefici dell’art. 21 e dell’art. 33, commi 5, 6 e 7 della legge 104/92.
Sottolineando che il modulo predisposto (All. H ) è integrativo e non sostitutivo della dichiarazione a tal fine resa dal candidato nei moduli domanda B1 e B2, si invitano le SS.LL. ad evidenziare – AVVERTENZE AL BANDO – che le dichiarazioni concernenti i titoli di riserva, i titoli di preferenza limitativamente alle lettere M, N, O, R e S nonché le dichiarazioni concernenti l’attribuzione della priorità nella scelta della sede di cui agli artt. 21 e 33, commi 5, 6 e 7 della legge 104/92 devono essere necessariamente riformulate dai candidati che presentino domanda di aggiornamento della graduatoria permanente, in quanto trattasi di situazioni soggette a scadenza che, se non riconfermate, si intendono non più possedute.
4 - Gli schemi di domanda sono conseguentemente modificati come da allegati.
5 - Si informano i competenti uffici che è stata realizzata una procedura web di visualizzazione delle sedi esprimibili ai fini delle graduatorie di circolo e di istituto di prima fascia . L’applicazione è disponibile su internet al link
http://www.trampi.istruzione.it/vseata/action/promptSelectProvincia.do
Le altre sedi eventualmente richieste saranno caratterizzate come non esprimibili.
Si pregano le SS.LL. di voler diramare, con la massima urgenza, la presente nota a tutte le istituzioni scolastiche, rappresentando che la stessa viene diffusa mediante apposita pubblicazione nelle news dei siti Intranet ed Internet di questo Ministero .
Si confida in un puntuale adempimento.
IL DIRETTORE GENERALE
F.to Luciano Chiappetta

domenica 21 febbraio 2010

Indennità di disoccupazione per il personale scolastico rimasto senza incarico

da www.latecnicadellascuola.it
di Lara La Gatta
Resta salvo il diritto a percepire l’indennità di disoccupazione anche in caso di accettazione di una supplenza temporanea. Infatti, l’erogazione del trattamento di disoccupazione viene soltanto sospesa, per riprendere al termine dell’incarico di supplenza accettato.
Lo ha chiarito l’Inps, con il messaggio n. 4425 dell’11 febbraio scorso, con il quale ha risposto a numerosi quesiti concernenti l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali, spettante al personale scolastico docente ed Ata, inserito in graduatoria ed in attesa di nomina per il corrente anno scolastico.
La prestazione - chiarisce l’Istituto pensionistico - non viene considerata cessata nel caso di conferimento al lavoratore in disoccupazione di supplenze temporanee superiori a 5 giorni nel corso delle attività didattiche dell’anno scolastico 2009/2010 (termine 30 giugno 2010).
Infatti, nei periodi di ripresa lavorativa, comunicati dalle Istituzioni scolastiche, l’erogazione del trattamento di disoccupazione di cui sopra è sospesa ed i contratti di supplenza prorogano il periodo di durata della prestazione, in misura pari alla durata del contratto nei limiti di durata massima dell’indennità nell’anno mobile.
Inoltre, precisa l’Inps, fermo restando l’obbligo del lavoratore di comunicare all’Istituto, entro il termine di cinque giorni, qualunque variazione intervenuta nella propria condizione di disoccupato, alla ripresa del periodo indennizzabile di inattività non è necessario né presentare una nuova domanda di disoccupazione, né una nuova “dichiarazione di immediata disponibilità” o una nuova autocertificazione dell’attestazione dello “stato di disoccupazione” presso il Centro per l’impiego competente, né, infine, osservare nuovamente il periodo di “carenza”. Quindi, l’Inps riterrà utile a percepire l’indennità la prima domanda presentata. Eventuali domande redatte successivamente saranno utilizzate solo a fini di controllo.
In merito, infine, alla decorrenza delle domande, le stesse sono da ritenersi accoglibili con decorrenza del diritto dal 1° luglio 2009 o dal primo giorno utile successivo al licenziamento, anche se presentate oltre i termini ordinari, purché entro il 31 dicembre 2009, ricorrendo comunque le altre condizioni normativamente previste per il requisito assicurativo e contributivo.
L’indennità, ricorda infine l’Inps, viene corrisposta a decorrere dall’ottavo giorno successivo a quello della cessazione dal lavoro, a condizione che, entro il 2009, il richiedente, oltre a presentare la domanda, abbia provveduto a perfezionare il proprio “stato di disoccupazione” (condizione da ritenersi anch’essa soddisfatta dal 1° luglio 2009 o dal primo giorno utile successivo al licenziamento), mediante la presentazione della dichiarazione di disponibilità al lavoro.
18/02/2010

lunedì 15 febbraio 2010

Regione Lombardia: Percorsi triennali per disabili


Comunicato Regione Lombardia del 12 febbraio 2010 «Percorsi: triennali, IV anno e Personalizzati per disabili A. F. 2010-11»

Ecco il comunicato: Si comunica che sono stati approvati, con decreto n.1190 del 12 febbraio 2010, gli avvisi per la presentazione e la fruizione dell'offerta formativa dei percorsi di qualifica triennali in DDIF - percorsi di istruzione e formazione professionale (ifp) IV anno e percorsi personalizzati per alunni con disabilità.

Si informa inoltre che a partire dal 15 e fino al 23 febbraio 2010 sarà possibile da parte degli Operatori presentare la loro offerta formativa relativa ai Percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale in DDIF, ai IV anni IFP e Personalizzati per disabili per l’anno formativo 2010/2011
Per saperne di più, clicca QUi

mercoledì 10 febbraio 2010

Lombardia: Iscrizioni alle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie e ai CFP – Anagrafe regionale degli studenti


«Tempestività nell’individuare la possibile insorgenza di siffatte problematiche è elemento indispensabile per far sì che la scuola secondaria di primo grado possa provvedere, dopo il 26 marzo, al riorientamento degli studenti la cui iscrizione non sia stata accettata da parte delle Istituzioni scolastiche e formative del secondo ciclo, fornendo il dovuto sostegno professionalmente qualificato alla nuova scelta delle famiglie»

IUniScuola: Ecco la Circolare Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 1960
8 febbraio 2010 dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

Oggetto:Iscrizioni alle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie e ai CFP

«Come già comunicato con nota dell’11 gennaio 2010, prot. MIURAOODRLO R.U. n. 307, la Regione Lombardia, in stretta collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, sta realizzando l’Anagrafe degli studenti frequentanti le scuole primarie, gli istituti secondari di I e di II grado e i percorsi di formazione professionale della Lombardia; in prima applicazione, attraverso questo strumento sarà possibile utilizzare una procedura informatizzata per gestire il passaggio degli studenti delle scuole statali e paritarie dal terzo anno della scuola secondaria di I grado al primo anno della scuola secondaria di II grado e dei percorsi di istruzione e formazione professionale. Con la presente nota si forniscono alcune indicazioni operative in merito alla gestione della procedura stessa.

Conformemente a quanto previsto dalla Circolare Ministeriale del 15 gennaio 2010, n. 3, il termine di inizio e quello di scadenza per l’effettuazione delle iscrizioni alle Istituzioni scolastiche del secondo ciclo è fissato rispettivamente al 26 febbraio e al 26 marzo 2010. Entro i limiti delle date sopra indicate, all’atto della presentazione dell’istanza da parte dei genitori le scuole secondarie di primo grado statali e paritarie della Lombardia avranno il compito di iscrivere gli alunni frequentanti la classe terza alla classe prima di un istituto secondario di secondo grado o al primo anno di un percorso di formazione professionale; detta iscrizione avverrà, per tutti gli alunni, obbligatoriamente attraverso il sistema informativo regionale; qualunque variazione all’iscrizione effettuata, che intervenga per qualsiasi ragione entro il 31 agosto 2010, andrà gestita con la medesima procedura da parte della stessa istituzione scolastica secondaria di primo grado a cui l’alunno risulta iscritto.

Pertanto, le Istituzioni scolastiche e formative appartenenti al secondo ciclo fino al 31 agosto c.a. non potranno gestire direttamente a sistema gli alunni iscritti alla scuola secondaria di I grado nel corrente a.s.; per dette Istituzioni la possibilità di acquisire le iscrizioni sarà limitata esclusivamente agli alunni provenienti da Istituzioni scolastiche del primo ciclo collocate fuori dal territorio regionale e, dunque, non inserite nell’anagrafe.

Nel corso della procedura per le iscrizioni i Dirigenti delle Istituzioni scolastiche e formative appartenenti al secondo ciclo procederanno a monitorare l’andamento delle iscrizioni stesse, anche al fine di prevenire possibili situazioni di criticità in merito al raggiungimento della capienza massima dell’Istituzione stessa, individuata conformemente a quanto previsto dalla nota del 18 gennaio 2010, prot. MIURAOODRLO R.U. n. 670; la tempestività nell’individuare la possibile insorgenza di siffatte problematiche è elemento indispensabile per far sì che la scuola secondaria di primo grado possa provvedere, dopo il 26 marzo, al riorientamento degli studenti la cui iscrizione non sia stata accettata da parte delle Istituzioni scolastiche e formative del secondo ciclo, fornendo il dovuto sostegno professionalmente qualificato alla nuova scelta delle famiglie».
Per saperne di più clicca QUi

sabato 6 febbraio 2010

MIUR: IUniScuola,il sito sulla riforma della secondaria è in allestimento.














«Riforma Gelmini o Formigoni? »

«4 febbraio 2010 i regolamenti sono ancora in bozza»

Per visionare il sito web CLICK HERE


N.B. Per visionare il dettaglio dei regolamenti dei licei, tecnici e professionali,fare click in alto a destra della prima pagina del sito.